Il 30 Maggio alle ore 14.45 presentazione del nuovo libro "Movie Maker" di Luisa Martucci

In questo giallo, Luisa Martucci ci guida in modo ironico e spregiudicato in un periodo di profondo cambiamento della concezione della donna, alla scoperta dei propri diritti e del proprio ruolo nella società.

Martedì 30 Maggio alle ore 14.45 vi aspettiamo in Viale Colli 63/a presso il SapidumEat Store, alla presentazione di "Movie Maker" di Luisa Martucci.

Nuovo


Avvisami quando è disponibile

Luisa Martucci è nata e sempre vissuta a Torino ed è qui che sono ambientati i suoi libri. Sequestro di persona a Torino, il primo di una serie di storie che si svolgono nella Torino degli anni '70, è stato pubblicato dalla EPSIL nel 2014 e si è classificato primo al Premio Letterario Tombolo Cantù nel 2015. MOVIE MAKER è il secondo volume della serie. Nel 2016 ha pubblicato il romanzo breve ROSA TEA e il racconto AIUTO, BABBO NATALE, soltanto in e-book, con Edizioni ELISTER.

Trama

Torino, anni ’70.

Lilia Lomonaco, ex giornalista e detective per passione, si è appena sposata con Luca Della Rovere, rampollo di una nobile famiglia, che era stato sequestrato da un parente per questioni di interessi.

La vita di coppia non è sempre rose e fiori: il marito è spesso assorbito dal lavoro e le signore della Torino bene la tengono molto a distanza dai loro salotti.

Per alleviare la solitudine stringe amicizia con Samantha, ex reginetta di bellezza nonché abile cuoca, la quale ha sposato un maturo avvocato playboy, insensibile e maschilista.

La vita delle due donne è sconvolta da un ricattatore, Movie Maker, il quale minaccia Samantha e numerosi altri esponenti della borghesia torinese di rendere pubblici alcuni scatti che rovinerebbero la loro reputazione.

Vestiti nuovamente i panni della detective improvvisata, la giovane indaga sulla squallida rete di ricatti tessuta da un insospettabile moralista, trascinandoci verso un finale sconvolgente, che ci lascerà senza fiato.

Con il ritratto di questa moderna eroina, Luisa Martucci ci guida in modo ironico e spregiudicato in un periodo di profondo cambiamento della concezione della donna, alla scoperta dei propri diritti e del proprio ruolo nella società.


Prodotti correlati